FORGOT YOUR DETAILS?

FAQ

Cosa significa bicicletta a pedalata assistita?

L’Art. 50 del Decreto Legislativo 30 Aprile 1992 N° 285 – e successive modifiche – recita quanto segue: “I velocipedi sono veicoli con due ruote o più ruote funzionanti a propulsione esclusivamente muscolare, per mezzo di pedali o di analoghi dispositivi, azionati dalle persone che si trovano sul veicolo; sono altresì considerati velocipedi le biciclette a pedalata assistita, dotate di un motore elettrico ausiliario avente potenza nominale continua massima di 0,25 kW la cui alimentazione è progressivamente ridotta e infine interrotta quando il veicolo raggiunge i 25 km/h o prima se il ciclista smette di pedalare.

Cosa significa E.P.A.C.?

E.P.A.C. (Electric Power Assisted Cycle ), è la sigla che, secondo la norma Europea prEN 15194  Marzo 2005, identifica una bicicletta elettrica a pedalata assistita equipaggiata di pedali e di un motore elettrico ausiliario che ha le stesse caratteristiche illustrate per le biciclette a pedalata assistita secondo l’Art. 50 del punto precedente. Le caratteristiche funzionali richieste dalle normative sia italiana sia europea per la bicicletta elettrica a pedalata assistita E.P.A.C.- sono pertanto: L’ assistenza del motore elettrico è fornita solo quando il ciclista pedala nel senso corretto di marcia L’ assistenza si interrompe non appena il ciclista smette di pedalare o frena. L’ apporto del motore elettrico, o assistenza, sui riduce progressivamente ed alla fine si annulla quando il mezzo raggiunge la velocità massima consentita di 25 km/h. Le biciclette World Dimension, sono progettate e realizzate nel pieno rispetto di entrambe le normative, rientrano pertanto a pieno titolo nel novero delle biciclette a pedalata assistita -E.P.A.C.-, e quindi sono dei velocipedi, con tutti i vantaggi fiscali e normativi che ne derivano.

Durante la marcia le batterie si ricaricano?

No, in quanto un generatore sottrarrebbe al ciclista energia che è preferibile destinare alla marcia.

Che autonomia hanno le batterie?

La percorrenza media consentita in condizioni standard è di circa 50 km. Ovviamente l’autonomia effettiva dipende, oltre che dallo stato dell’accumulatore, dal tipo di percorso, dalla pendenza, dalla velocità, dal peso trasportato, dalla pressione delle gomme, dal tipo e dallo stato del fondo stradale, dal vento, dalla frequenza delle frenature e dal contributo muscolare fornito dal ciclista.

Per quanto tempo devo ricaricare le batterie?

Il ciclo di ricarica per una batteria scarica è di circa 6-8 ore. Ricordiamo che è opportuno tenere le batterie sotto carica la prima volta per almeno 12 ore. Inoltre anche se la bicicletta non viene utilizzata le batterie devono essere ricaricate almeno una volta al mese per 6/8 ore.

Quanto costa una ricarica?

Un pieno completo costa attorno a 0,10 – 0,15 Euro.

Quanto costa una batteria di ricambio?

Il costo della batteria può variare da 150€ per un Kit al Pb 36V 12Ah , per arrivare a €465 per una “bottle Battery” su telaio con celle Panasonic. Sul nostro listino Ricambi potrete trovare il prezzo esatto della batteria montata sulla vostra Bicicletta.

Il box batteria è estraibile e quanto pesa?

I box batteria delle nostre bici sono tutti estraibili e dotati di maniglia per consentirne la ricarica anche lontano dalla bici, dove sia disponibile una presa di corrente. Il box delle batterie al Pb gel pesa 13 Kg, il peso delle batterie al Litio 3kg/3.5kg.

Se non pedalo la bicicletta si ferma?

Smettendo di pedalare la bicicletta, ovviamente, per un pò procede per inerzia ma il motore elettrico smette di erogare corrente come previsto dalle normative in vigore.

Posso viaggiare sotto la pioggia?

La bicicletta ed i suoi componenti elettrici e meccanici, non soffrono per l’esposizione alle intemperie. E’ comunque consigliabile non utilizzare la bici con pioggia battente.

In salita devo pedalare?

Si, il contributo del ciclista è indispensabile, in quanto se non si pedala il motore resta inattivo. Su tutte le nostre bici (tranne Giuly ) il cambio Shimano, dotato di 6 rapporti., permette di adeguare il ritmo della pedalata alle esigenze del ciclista, ed alla pendenza affrontata offrendo un notevole aiuto.

Che pendenza posso superare?

Con l’ uso del cambio di velocità e con uno sforzo accettabile da parte del ciclista la pendenza superabile effettivamente, anche su lunghe percorrenze, è del 5/6%.

Qualè la velocità massima che possono raggiungere le vostre bici?

Il motore elettrico permette di raggiungere i 25 km/h, dopo di che smette automaticamente di erogare energia, come previsto dalle normative vigenti. Velocità maggiori, ovviamente, possono essere raggiunte in discesa o grazie all’energia muscolare fornita dal ciclista.

Se la bici si scarica posso comunque pedalare?

All’occorrenza tutte le nostre bici possono essere usate come bici normali. Ovviamente la gamma in alluminio, molto più leggera, rende la marcia senza motore elettrico molto più confortevole.

Che portata hanno le bici?

La bicicletta porta agevolmente un carico di 100 kg, ciclista ovviamente compreso.

Devo indossare il casco?

Il casco non è obbligatorio in quanto le nostre biciclette a tutti gli effetti fiscali e legali sono considerate velocipedi – una semplice bicicletta. Tuttavia, indipendentemente dagli obblighi legali, può essere consigliabile indossare un casco da bicicletta, soprattutto su percorsi pericolosi od impegnativi. Qualora si trasporti un bambino sul seggiolino è comunque opportuno proteggerlo con un casco.

E’ necessario avere la patente per circolare con una bici elettrica?

Se la bici elettrica è, come le nostre, a regolare pedalata assistita assolutamente no! in quanto tutte le nostre bici sono, a tutti gli effetti fiscali e legali, semplici biciclette. Diffidate da chi vende bici con acceleratori di velocità che non rispondono alle normative perchè in quel caso dovrete assolvere a tutti gli obblighi di un ciclomotore quindi: patente, casco, bollo e assicurazione!

Devo pagare il bollo o la tassa di circolazione?

No! in quanto tutte le nostre bici sono, a tutti gli effetti fiscali e legali, semplici biciclette. Diffidate da chi vende bici con acceleratori di velocità che non rispondono alle normative perchè in quel caso dovrete assolvere a tutti gli obblighi di un ciclomotore quindi: patente, casco, bollo e assicurazione!

Devo fare l’assicurazione?

No, in quanto le bici World Dimension, sono a tutti gli effetti fiscali e legali, semplici biciclette. Il ciclista, comunque, risponde in ogni sede di eventuali danni causati a cose o persone, pertanto è oppurtuno verificare se altre polizze assicurative già stipulate (ad esempio Assicurazione Capofamiglia) coprano, o possono essere estese a coprire,tali rischi.

TOP